Giorgio Cambissa


(17 Maggio 1921 — 29 Giugno 1998)

Giorgio Cambissa è nato a Bodio (Svizzera). Ha studiato composizione con Giorgio Ghedini e Vito Levi e direzione d’orchestra con Antonio Guarnieri (a Siena), Herbert von Karajan  (a Salisburgo) e Sergiu Celibidache .

Si è laureato in lettere. Ha svolto un’ intensa attività compositiva, didattica  - insegnando nei licei musicali di Trieste e Genova; nei conservatori di Parma, Milano, Bolzano (dal 1962 al 1980) e di Roma (fino al 1989) - , senza tralasciare la Direzione d’Orchestra.
Accademico di Santa Cecilia, ha ricoperto per circa 20 anni la carica di direttore artistico e di Presidente del Concorso Ferruccio Busoni e della Società dei Concerti di Bolzano.
Le sue composizioni hanno ottenuto premi ed altri riconoscimenti in concorsi nazionali ed internazionali, tra i quali il Primo Premio al Concorso Regina Elisabetta del Belgio nel 1961 per la categoria Orchestra da camera. Ha curato la revisione dello Stabat Mater di Scarlatti ed ha pubblicato due testi didattici: Armonia complementare ed Elementi di Analisi formale. Come direttore d’orchestra si è distinto in numerosi concerti, collaborando con solisti di fama, quali i pianisti Wilhelm Backhaus, Alfred Cortot e Walter Gieseking ed il violinista Arthur Grumiaux. Ha effettuato missioni ministeriali di studio all’estero e dal 1964 ha fatto parte di quasi tutte le commissioni per la riforma dei conservatori. Nel 1975 gli è stata conferita la medaglia d’oro dei benemeriti della scuola della cultura e dell’arte. E’ stato membro di numerose giurie nazionali (Premio musicale città di Trieste 1953 – Premio di Treviso, dal 1963 al 1975) ed internazionali (Concorso di Ginevra, nel 1976 – Concorso Arthur Rubinstein nel 1977 - Concorso Rodolfo Lipizer nel 1990).

Muore a Muravera (Cagliari) il 29 giugno 1998.