Flavio Emilio Scogna


(16 Agosto 1956 — )

Flavio Emilio Scogna è nato a Savona. Si è formato fra Genova, Bologna e Roma attraverso gli studi di composizione, direzione d’orchestra e la laurea in Discipline Musicali, conseguita a Bologna. In particolare, tra il 1982/83 ha studiato direzione d’orchestra con Franco Ferrara e, tra il 1984 e il 1988, ha instaurato una proficua collaborazione con Luciano Berio, il cui esito più significativo è la trascrizione di  Wir bauen eine stadt di Paul Hindemith. Fra le sedi deputate all’esecuzione dei suoi lavori si annoverano l’Accademia Nazionale di S.Cecilia, Teatro dell’Opera di Roma, Teatro Comunale di Firenze, Biennale di Venezia, Festival dei Due Mondi di Spoleto, Centre Pompidou di Parigi, Konzerthaus di Vienna, Auditorium Nacional di Madrid, incise dalla RCA, BMG Ariola e diffuse dalle maggiori emittenti europee, tra cui RAI, BBC, RNE, BRT e RadioFrance.  Nel 1998, con l’opera radiofonica L’Arpa magica, su testo di Edoardo Sanguineti, ha rappresentato la RAI al Prix Italia.
La diffusione della sua produzione viene promossa sia in campo esecutivo che teorico in Europa e negli Stati Uniti, attraverso conferenze e seminari dove Scogna è invitato a presentare in prima persona i suoi lavori.
Nell’Ottobre 2002 è stata rappresentata con enorme successo La memoria perduta con la regia di Pier’Alli, opera commissionatagli dal Teatro dell’Opera di Roma.

Dal 1990, inoltre, coltiva la carriera direttoriale sia per il repertorio tradizionale e operistico (ha riscoperto importanti lavori di Pergolesi, Boccherini e Rossini), che per la musica del Novecento e contemporanea.   Inoltre, per l’esecuzione di opere del Novecento storico, si segnala la sua propensione per la musica di Erik Satie, nonché la prima registrazione mondiale dell’opera I due timidi di Nino Rota.
Fra le orchestre da lui dirette troviamo l’Orchestra Sinfonica della RAI, l’Orchestra Sinfonica della Radiotelevisione Spagnola RTVE, l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di S. Cecilia, l’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma, l’Orchestra Sinfonica di Stato Ungherese, Raanana Sinfonietta di Israele, l’Orchestra Filarmonica di Kiev, L’Orchestra Sinfonica di Islanda, L’Orchestra dei Pomeriggi Musicali di Milano, l’Orchestra Sinfonica Siciliana, l’Orchestra A.Toscanini, unitamente a prestigiosi ensembles quali Alternance di Parigi, l’Accademia Bizantina e L’Ensemble Scaligero. Nel 1995 ha diretto il concerto inaugurale delle celebrazioni per il centenario della Biennale di Venezia.
Nel suo ampio catalogo discografico si annoverano incisioni per BMG (RCA Red Seal), FonitCetra, Dynamic, Tactus, nonché pubblicazioni con Bongiovanni, Curci e Ricordi.   Il suo Cd con opere di Schnittke (Dymanic S 2030) ha ottenuto nel 2000 la classificazione 10 dalla prestigiosa rivista Répertoire.
Dal 2006 al 2009 ha ricoperto il ruolo di Direttore dell'Ensemble Contemporaneo dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia realizzando numerosi produzioni e il ciclo di Nuova Musica Convergenze.

www.flavioemilioscogna.it