Alberto Colla


(02 Luglio 1968 — )

Alberto Colla si diploma in composizione (allievo di Carlo Mosso) pianoforte, musica corale e direzione di coro ad Alessandria e si perfeziona in composizione con Azio Corghi all’Accademia “G. Petrassi” di Parma e all’Accademia Internazionale “Santa Cecilia” di Roma ottenendo la borsa di studio SIAE destinata ai migliori diplomati. Autore di oltre 80 composizioni, Alberto Colla si impone in Italia nel 2001 con l’opera lirica Il processo con la quale vince il concorso internazionale indetto dal Comitato per le Celebrazioni Verdiane. Riceve commissioni dai maggiori enti musicali e festival. La sua musica, grazie a innumerevoli esecuzioni, viene trasmessa per radio e televisione in tutta Europa, Scandinavia, Israele, USA, Russia e Canada e viene incisa in Italia, Austria, Canada e Giappone. 

Colla dedica particolare impegno alla realizzazione di ampi lavori sinfonici, interpretati da alcune tra le più prestigiose orchestre del mondo: Los Angeles Philharmonic, Maggio Musicale Fiorentino, Orchestra del Mozarteum di Salisburgo, Orchestra di Santa Cecilia (Roma), Bayerischen Rundfunks (Monaco), Juilliard Symphony (New York), Orchestra e coro dell’Arena di Verona, Orchestra of Colours (Atene), Norwegian Radio Symphony Orchestra (Oslo), Orquestra Sinfónica Portuguesa do TNSC (Lisbona), Orchestre de Nancy, Ulyanovsk and Cheljabinsk State Symphony in Russia ecc.

La sua opera  Il processo  viene messa in scena per le stagioni liriche 2002 del Teatro alla Scala di Milano e de “I Teatri” di Reggio Emilia e viene ripresa, in versione tedesca, in un nuovo allestimento nella primavera del 2004 presso il Teatro d’Opera di Kiel.  Luciano Berio gli commissiona un lavoro per coro e grande orchestra per l’inaugurazione, nel dicembre 2002, del grande Auditorium di Renzo Piano a Roma. Nell’aprile 2003, il poema sinfonico Le rovine di Palmira viene eseguito a Chicago dalla Chicago Symphony diretta da Roberto Abbado e Starlights a Tallin dalla Estonian National Symphony diretta da Olari Elts.  Nell’Ottobre 2004 gli viene dedicato un concerto monografico al “Festival Autunnale di Musica Contemporanea” a Mosca.  Sempre nel 2004 la Albany Symphony diretta da David Alan Miller e l’Orchestra Regionale della Toscana gli commissionano due nuove composizioni per le rispettive stagioni sinfoniche 2005. Nel 2006 la Conferenza Episcopale Italiana (CEI) e la Fondazione Arena di Verona gli commissionano un grande oratorio sacro per voce recitante, cinque solisti, tre cori e grande orchestra sinfonica in occasione del III Convegno Ecclesiale Italiano. Ancora nel 2006 il “Concorso Trio di Trieste” gli commissiona cinque composizioni da camera che sono state inserite quali brani d’obbligo nell’edizione 2007 del Concorso.

Nel 2005 ha realizzato la riduzione per piccola orchestra di Aida e del Rigoletto di Giuseppe Verdi in versione integrale.

È docente al “Corso di Alto Perfezionamento in Composizione” presso l’Accademia Internazionale Superiore “L. Perosi” di Biella e coordina una equipe di ricerca dedicata alla teoria compositiva. Primo frutto di questi studi è il testo Riflessioni Esacordali.

I suoi lavori sono pubblicati da Casa Ricordi, da Sonzogno di Milano e da Universal di Vienna.

 

www.albertocolla.com