Alzira (special edition)

Tragedia lirica in 3 atti (Perù metà sec. XVI)

Come tutte le opere di Verdi degli anni Quaranta, Alzira è da considerarsi un lavoro in qualche modo “sperimentale”, un’opera di violenti contrasti musicali. A brani legati strettamente al senso della parola, che fanno presagire la grande stagione della maturità verdiana, fanno da contraltare pezzi chiusi dalla forma tradizionale, per lo più cabalette, carichi di un’energia ritmica sferzante.

Nessuna partitura d’orchestra di Alzira fu mai pubblicata a stampa. Le rare edizioni che circolavano nel recente dopoguerra furono basate su fonti lontane dalla lezione originale dell’autografo e inficiate da approssimazioni ed errori musicali e testuali, ora rettificati nell’edizione critica. Questa nuova edizione, basata sulla partitura manoscritta autografa di Verdi, custodita negli archivi di Casa Ricordi, e su importanti fonti secondarie, mette a disposizione la prima partitura affidabile di quest’opera.

____________________________

Stefano Castelvecchi è Lettore alla Faculty of Music della University of Cambridge. È membro del St. John’s College, del comitato editoriale del «Journal of the American Musicological Society» e del Council of the American Musicological Society.

Stefano Castelvecchi è inoltre il curatore di:

Gioachino Rossini

____________________________

Ulteriori informazioni sull'opera

Composer

Giuseppe Verdi

Publisher

  • Ricordi Milano

Catalogue number

  • (1 vol. e commento critico in it. o in ingl.) (136941)

Characters

  • ALZIRA soprano
    ZAMORO tenore
    GUSMANO baritono
    Alvaro basso
    Zuma mezzo-soprano
    Ovando tenore
    Otumbo tenore
    Ataliba basso

Choir

  • uomini donne

Genre

  • Stage works

Libretto

Cammarano S.

Notes first performance

Napoli Teatro S. Carlo 12/08/45

Notes

  • Edizione critica a cura di S. Castelvecchi con la collaborazione di J. Cheskin The University of Chicago Press e Casa Ricordi

Hire/Rental

For information on music rental umpcrental@umusic.com

Rental online: www.zinfonia.com

For more information about the author or about this work: umpcpromotion@umusic.com