Sentieri di sangue

Ascoltando Friedensreich Hundertwasser per orchestra d’archi - Commissione dell’Accademia Filarmonica Romana

“Dipingere è sognare. Quando dipingo, io sogno. Quando il sogno volge al termine, non ricordo più nulla di quello che ho sognato, ma il quadro resta. È la raccolta del sogno”. Friedensreich Hundertwasser (1928-2000) spiegava così il suo rapporto con la pittura, un rapporto surreale e onirico nel quale ha trovato un’ideale corrispondenza Silvia Colasanti, per la composizione di 'Sentieri sangue'._x000D_ “Hundertwasser è stato uno dei più discussi artisti del dopoguerra: le sue opere toccano profondamente l’osservatore, ne penetrano l’emotività con l’audacia del colore, l’energia, la luce, la passione, la violenza,” spiega la compositrice. “In particolare ha attirato la mia attenzione un’opera intitolata 'Rote Zunge – Blutwege Wasserrauch' ('Lingua rossa – Sentieri di sangue fumo d’acqua'). ‘Ascoltando interiormente’ questa sua opera tarda del 1996 ho voluto rendere omaggio a un’artista la cui opera è contraddistinta dalla capacità di riprodurre la natura in senso lato: la natura che ci circonda, ma anche la natura umana. Hundertwasser ha saputo sondare profondamente l’uomo e la sua ragion d’essere: non lineare, non razionale, ma colorata, contraddittoria e multiforme.”_x000D_ Elementi musicali caratterizzanti Sentieri sangue sono l’incipit che consiste in una figurazione ritmica rapida e microvariata, un tema statico costellato di suoni armonici, una terza figurazione lirica e malinconica, che interviene circa alla metà del pezzo e che fa da ponte di collegamento con la sezione conclusiva. L’alternarsi di questi tre elementi sortisce l’effetto di una riminescenza di forme classiche, pur scostandosi da esse attraverso una personale rivisitazione strutturale da una parte e una ricerca di nitidezza ed essenzialità che sono la cifra inconfondibile dello stile di Silvia Colasanti._x000D_ Sentieri di sangue è stata commissionata dall’Accademia Filarmonica Romana ed eseguita in prima assoluta il 19 febbraio 2009 al Teatro Olimpico di Roma dai Virtuosi Italiani, diretti da Massimo Quarta._x000D_ (Roberta Milanaccio)_x000D_

Komponist

Silvia Colasanti

Verlag

  • Ricordi Milano

Katalognummer

  • 140123

Genre

  • Orchesterwerke

Kompositionjahr

01-01-2008

Uraufführung

2009-02-19

Anmerkungen zur Uraufführung

Roma Accademia Filarmonica Romana Teatro Olimpico 19/02/09

Dauer

  • 12 Minuten

Anmerkung zum Text

  • a Massimo e Ilaria

Leihmaterial

Weitere Informationen zum Leihmaterial: umpcrental@umusic.com

Leihmaterial online bestellen: www.zinfonia.com

Weitere Informationen zu diesem Autor oder zu diesem Werk: umpcpromotion@umusic.com

Kaufmaterial

Dieses Werk ist im Musikalienfachhandel sowie auf folgender Website erhältlich:

http://www.musicshopeurope.com

Flipbook

Sentieri di sangue (Flipbook)